Persone transgender e mondo del lavoro – Corso di formazione e orientamento al lavoro

Il corso che mi ha visto docente è stato organizzato dall’associazione Sat Pink e ricade all’interno del progetto “DeskLab – è resilienza di comunità”, finanziato dalla Regione Veneto (D.LGS 117/2017), patrocinato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con capofila l’Associazione Mimosa Odv. Qui di seguito riporto il programma del corso nella speranza che si possa organizzare anche presso altre realtà associative.
Sei una persona transgender/ gender non conforming / non binary alla ricerca di lavoro?

Oppure ne hai già uno, ma vorresti cambiare occupazione? Ti piacerebbe districarti meglio nel mondo del lavoro, conoscere i tuoi diritti, capire come scrivere un CV efficace, come gestire un colloquio? Abbiamo il laboratorio che fa per te!

PROGRAMMA

Transgenerità, lavoro e diritti

-La ricerca di lavoro di una persona transgender, non-binary e gender non-conforming
-La gestione del nome anagrafico in sede di colloquio
-Le barriere all’ingresso del mercato del lavoro
-I percorsi di affermazione di genere sul posto di lavoro
-Il coming out sul posto di lavoro
-Il mobbing orizzontale e verticale
-Le tutele contro le discriminazioni previste dal nostro ordinamento
-Diversity & Inclusion: le aziende che attuano le policy migliori per le persone transgender e non-binary a lavoro
-Le tutele del lavoro dopo il Jobs Act
Come rivolgersi a un sindacato e far valere i propri diritti

La ricerca del lavoro nell’era digitale

-Il bilancio delle competenze
-Il curriculum, il video curriculum e la lettera di presentazione
-Il mercato del lavoro e le professioni più richieste
-I motori di ricerca di lavoro e i siti che pubblicano annunci di lavoro
-Gli ATS – Appliance Tracking System e i social recruiter
-L’importanza della nostra identità digitale, della reputazione digitale e del personal branding
-L’uso strategico di LinkedIn
-L’importanza delle autocandidature
-Perché i concorsi pubblici rappresentano oggi una concreta opportunità per trovare un lavoro
-L’importanza della formazione permanente

Il colloquio di lavoro:

Prepararsi al meglio per un colloquio di lavoro
-Perché studiare l’azienda è fondamentale
-Tu non sei il problema, ma la soluzione ai loro problemi
-La RAL – Retribuzione Annuale Lorda
-Lordo/Netto: saper leggere un CCNL, una lettera di assunzione e una busta paga.

“Parole o-stili di vita. Media e persone Lgbtqia+”

Molto soddisfatta del panel on-line di questa mattina per il Festival Glocal, partito da una pubblicazione a cura di Gegia Celotti
per l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia – “Parole o-stili di vita. Media e persone Lgbtqia+”.
Hanno partecipato Franco Grillini, Barbara Mapelli, Paolo Pozzi, Ilaria Li Vigni.
Un’importante occasione di discussione e confronto su come i linguaggi e la scelta delle parole risultino determinanti in un’ottica di inclusione e rispetto.
Grazie a tuttǝ!

Parole o-stili di vita – Media e persone LGBTQIA+

Ho avuto il piacere e l’onore di scrivere un piccolo contributo per questo importante libro a cura di Gegia Celotti per l’Ordine dei Giornalisti della Lombardia, che ringrazio sentitamente per l’impegno preso affinché a livello mediatico venga promosso un linguaggio più rispettoso delle nostre vite e storie.
Il lavoro promosso dall’Ordine è drammaticamente attuale dopo le note, terribili vicende che hanno riguardato Maria Paola Gaglione e Ciro Migliore e la loro narrazione ad opera di trasmissioni televisive, giornali, media in generale.
La strada è ancora lunga, ma questo è un importante segnale di svolta.
Il libro non è in vendita, si può richiedere all’ordine dei giornalisti oppure si può scaricare qui:  Parole o-stili di vita

Gender (R)Evolution: incontro al liceo classico Berchet di Milano

In data 7 febbraio 2019 Monica J. Romano è stata ospite degli studenti del liceo classico Berchet di Milano per un confronto/ dibattito sui temi affrontati nel suo ultimo libro Gender (R)Evolution per Mursia.

L’incontro è stato molto positivo. Prevalentemente ragazze (un dato che deve farci riflettere), presente un giovane professore di inglese, età dai 14 ai 16/17 anni, molte domande ragionate e interessanti.

Il dialogo con i ragazzi rappresenta una delle sfide più importanti e ambiziose, quella per un futuro senza esclusioni e discriminazioni.

LGBT e Diversity. Formazione presso Discovery Italia

 

 LGBT e Diversity: dalla rappresentazione all’inclusione.

L’incontro formativo si terrà giovedì 28 giugno alle 16.30 presso Discovery Italia, Via Uberto Visconti di Modrone, 11, Milano.

 

LGBT Flag Button with Business Concept Stick Figures

 

 

Discovery ha fatto della “capacità di raccontare il mondo attraverso le storie delle persone” la sua mission, individuando nel “real life entertainment” un efficace strumento di intrattenimento intelligente e divulgazione.

Come il racconto di vita delle persone LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) può cambiare l’immaginario collettivo e la gestione delle relazioni aziendali, favorendo una maggiore inclusione? Quanto il linguaggio e la scelta delle parole plasmano e modificano la realtà – a partire dai luoghi di lavoro – e risultano determinanti per una  rappresentazione corretta e rispettosa delle differenze anche a livello comunicativo e mediatico? Perché l’inclusione migliora  il team working ed è una pratica virtuosa a tutti i livelli aziendali?

L’incontro sarà tenuto dalla dott.ssa Monica Romano, HR Administrator, attivista per i diritti LGBT e scrittrice.

Persone transgender: lavoro e discriminazione

Sono particolarmente fiera di annunciare che domenica 23 aprile a Brescia si terrà un incontro dedicato alle persone transgender nel mondo del lavoro, del quale avrò il piacere e l’onore di essere relatrice.
L’incontro rientra nel ciclo di eventi del Brescia Pride ed è organizzato dalle associazioni Caramelle in piedi Italia ed equAnime, in collaborazione con la CGIL – Camera del Lavoro di Brescia.
Ricordo a tutt* che il 17 giugno sarà una data storica perché a Brescia si terrà il primo Pride
In quel giorno importante sarò lì con i compagni bresciani, per onorare e festeggiare il loro impegno.
Nel frattempo vi aspetto domenica 23 aprile per parlare di lavoro e discriminazione, ma anche di integrazione, di buone pratiche e di proposte per un diversity management che sappia accogliere e valorizzare le persone transgender in azienda.
Ringrazio in particolare Susanna Remi per l’impegno e la passione nell’organizzazione: è davvero bellissimo respirare il vostro entusiasmo in vista del primo pride. Grazie per avermelo condiviso e, in qualche modo, trasmesso.